Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nuova scuola di via dei Boschi, Gente per Nerviano: "Flop"

Aumentano le voci che sottolineano i problemi della nuova scuola di via dei Boschi. Dopo gli appunti del consigliere di opposizione Sergio Parini (e la risposta dell'amministrazione), adesso è la volta della lista civica di minoranza Gente per Nerviano.

Per GpN le temperature interne che si raggiungono nelle aule sono decisamente troppo alte. La lista parla di 31 gradi registrati oggi, venerdì 21. «La mancanza di tende interne per evitare "abbagliamenti", la non corretta progettazione e realizzazione di schermature solari che in periodo estivo dovrebbero abbattere l'irradiazione solare del 70 %, la mancanza di un adeguato impianto di raffrescamento, rendono invivibili gli ambienti interni - sostengono da Gente per Nerviano -.  Non stiamo parlando di piccoli difetti di finitura, di ritocchi dell'imbiancatura o di piastrelle rotte che possono attendere qualche settimana, stiamo parlando di problemi che rendono una nuova scuola non correttamente utilizzabile dal punti di vista igienico sanitario, per i quali si sarebbe dovuti intervenire nei mesi scorsi».

«Quella che doveva essere il fiore all'occhiello dell'amministrazione comunale - conclude la lista - in pochi giorni è divento il flop della stessa incapace di verificare, controllare, ascoltare, sollecitare ed intervenire in tempi stretti».

Di seguito il post integrale di Gente per Nerviano.


Sindaco, Assessori, fa caldo!

Non è accettabile che in una scuola nuova come quella di via Di Vittorio ancora oggi le temperature nelle aule raggiungano i 31 gradi.

Da 8 giorni genitori, mondo scolastico, consiglieri comunali di minoranza, stanno denunciando il problema e in questo tempo nessuno ha provveduto a verificare la situazione e a sistemare la parte impiantistica.

La scuola è nella disponibilità del Comune da più di un anno, è stata inaugurata in pompa magna il 1 di settembre, elogiando il sistema impiantistico che come si vede non funziona.

La mancanza di tende interne per evitare "abbagliamenti", la non corretta progettazione e realizzazione di schermature solari che in periodo estivo dovrebbero abbattere l'irradiazione solare del 70 %, la mancanza di un adeguato impianto di raffrescamento, rendono invivibili gli ambienti interni.

Non stiamo parlando di piccoli difetti di finitura, di ritocchi dell'imbiancatura o di piastrelle rotte che possono attendere qualche settimana, stiamo parlando di problemi che rendono una nuova scuola non correttamente utilizzabile dal punti di vista igienico sanitario, per i quali si sarebbe dovuti intervenire nei mesi scorsi.

La lista è lunga e opportunamente presentata a chi di competenza da parte degli utilizzatori ma vogliamo aggiungere una chicca della quale probabilmente nessuno si è accorto.
Un bagno non può essere accessibile direttamente dal locale di somministrazione dei pasti ai bambini se non dotato di regolare antibagno...ecco che nella nuova mensa della scuola di via Di Vittorio i regolamenti igienico sanitari diventano carta straccia…

Quella che doveva essere il fiore all'occhiello dell'Amministrazione Comunale in pochi giorni è divento il flop della stessa incapace di verificare, controllare, ascoltare, sollecitare ed intervenire in tempi stretti.

Gente per Nerviano

(Chiara Lazzati)