Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tutti per Nerviano e la piazza di Garbatola: "Progetto due in uno"

Una soluzione due in uno: sia piazza che "parchetto". Tutti per Nerviano decide di affrontare con ironia la questione del progetto per la riqualifica di piazza don Musazzi a Garbatola. La lista civica rappresentata in consiglio da Daniela Colombo boccia il progetto presentato dall'amministrazione comunale giovedì, ritenuto troppo frettoloso, inadeguato e non condiviso.

«Pure il termine parchetto suona come un eufemismo visto che, in un crescendo di fantasia progettuale, sparisce tutta l’erba (e la necessità di tagliarla…) e spariscono parte degli alberi che da sempre caratterizzano quel luogo - scrivono dalla civica -. La mancanza di una visione organica e la fretta di dover appaltare “qualcosa” per non perdere i 650.000€ di fondi residui, ci consegnano un progetto che stravolge quello originale per il quale era stato stanziato il contributo compensativo».

Di seguito il commento integrale di Tutti per Nerviano.


Come noto i cittadini di Garbatola lamentano da anni una piazza fatiscente nel centro cittadino e l’assenza di un parco giochi per i bambini della frazione.

In un eccesso di creatività, grazie al contributo di Regione Lombardia come compensazione per le vasche di laminazione del fiume Bozzente, ecco pronta la soluzione “2 in 1” dell’Amministrazione Comunale che vede la storica piazza Don Musazzi con fontana e monumento ai caduti antistante la Chiesa, ristrutturata e parzialmente riconvertita a parchetto cittadino.

E pure il termine parchetto suona come un eufemismo visto che, in un crescendo di fantasia progettuale, sparisce tutta l’erba (e la necessità di tagliarla…) e spariscono parte degli alberi che da sempre caratterizzano quel luogo.

La mancanza di una visione organica e la fretta di dover appaltare “qualcosa” per non perdere i 650.000€ di fondi residui, ci consegnano un progetto che stravolge quello originale per il quale era stato stanziato il contributo compensativo.

Un fretta, in questo caso, frutto solo di pigrizia, visto che certe scelte fatte all’ultimo momento avrebbero potuto essere discusse e condivise se non già con le opposizioni, almeno con i garbatolesi, qualche mese fa, invece di farne argomento per i soliti quattro amici al bar…

Insomma, in questo abituale scenario, il gioco delle 3 carte sembra essere lo sport preferito dall’Amministrazione leghista: oneri di urbanizzazione usati per finanziare la spesa corrente, spazi finanziari da destinare all’edilizia scolastica impiegati per sistemare la strada prospicente la scuola ed ora fondi compensativi per la mobilità dolce a finanziare la riasfaltatura della strada carrabile e la riqualificazione di una storica piazza dove spiccano la mancanza di verde, l’inserimento di un paio di giochini ed un progetto frettoloso e decisamente sottotono.

Ma tanto si sa, chi s’accontenta gode!

Tutti per Nerviano