Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nerviano, "Scuola di via dei Boschi...senza boschi"

Martedì sono stati abbattuti alcuni alberi nel giardino della scuola di via dei boschi. Gente per Nerviano chiede al sindaco Massimo Cozzi un «impegno concreto con garanzie in termini di tempi, quantità, essenze, altezze delle piante da mettere a dimora oltre che la sistemazioni del giardino della scuola dell'infanzia» per contrastare il taglio delle piante.

Di seguito il comunicato integrale.


La scuola primaria e quella dell'infanzia di via Dei Boschi sorgevano in un bellissimo parco molto utilizzato dai bambini di entrambe le scuole in tutte le stagioni.

Scelte errate nel corso degli anni hanno portato a ridurre drasticamente quel polmone verde utilizzato non solo per lo svago durante le ricreazioni o la pausa mensa ma anche per la didattica.

Le osservazioni delle piante, la loro evoluzione durante del diverse stagioni, l’orientamento, la mappatura delle alberature, il rispetto dell’ambiente sono punti fondamentali di un insegnamento che quasi quotidianamente veniva e viene svolta nella scuola di via Dei Boschi, utilizzando il parco come un laboratorio a cielo aperto.

Se prima, la costruzione della nuova scuola ha causato l'abbattimento di numerose piante ad alto fusto trentennali, ora e precisamente martedì (7/11/2017) è toccato ad altre  per far posto ad un marciapiede e una pista ciclabile in via Di Vittorio ma all'interno dell'attuale giardino della scuola.

Così ai tanti disagi della scuola dell'infanzia mai compensati in più di tre anni, si aggiungono quelli nuovi dell'attuale primaria.

Disagi e richieste di spazi a verde, ombreggiati, di sistemare quello che è rimasto di un parco, ad oggi non accolte e per le quali  il "poi vedremo" dell'Amministrazione Comunale contrasta con le reali ed attuali necessità dei piccoli nervianesi. 

Ad oggi nessun progetto e stanziamento economico per la sistemazione del giardino rimasto ad uso della scuola dell'infanzia e ne è conferma la risposta data alla nostra interpellanza da parte dell'Assessore ai Lavori Pubblici durante l'ultimo Consiglio Comunale, mentre vagamente accennava che per la primaria la sistemazione del giardino è prevista ma non abbiamo compreso come.

Sta di fatto che con l'ulteriore abbattimento di piante ultra trentennali, avvenuto martedì, riteniamo che si debba intervenire subito poiché si avrebbe potuto già farlo, senza attendere la conclusione dei lavori della nuova scuola.

Quanto tolto in questi anni e in questi giorni deve essere ripristinato.

Ci vorranno decenni anche se non si potrà mai ritornare allo stato arboreo originale.

Chiediamo quindi al Signor Sindaco un impegno concreto con garanzie in termini di tempi, quantità, essenze, altezze delle piante da mettere a dimora oltre che la sistemazioni del giardino della scuola dell'infanzia.

Gente per Nerviano