Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nerviano, opposizioni: "La fretta è cattiva consigliera"

(c.l.) Tutti per Nerviano, Scossa Civica, Nerviano in Comune e Movimento 5 Stelle non ci stanno a passare per quelli che votano contro alle opere utili per le frazioni, come invece li ha bollati la maggioranza targata Lega Nord, GIN e Con Nerviano. La questione è quella del "no" delle opposizioni - «strumentalizzato della maggioranza» - alla variazione al piano triennale delle opere pubbliche, che prevedeva, tra le altre cose, il progetto per la riqualificazione della piazza di Garbatola e la creazione di piste ciclabili per un totale di 636mila euro.

I quattro gruppi di minoranza ribadiscono come il loro no sia stato dettato dalla convinzione che le priorità di Nerviano non trovino spazio all'interno del documento. «Siamo in un territorio fatto di scuole non a norma, di camminamenti dissestati, di barriere architettoniche e di palestre fatiscenti dove solo la clemenza del tempo costituisce l’antidoto contro potenziali allagamenti - scrivono Tutti per Nerviano, Scossa Civica, Nerviano in Comune e Movimento 5 Stelle -. Questa grave situazione generale non può essere sottaciuta e nascosta dietro il progetto di riqualificazione di una piazza o dietro la realizzazione di un paio di tratti di piste ciclabili sul territorio».

I fondi che verranno investiti nelle opere arrivano da compensazioni regionali per le vasche sul Bozzente. E secondo i quattro gruppi di opposizione la maggioranza sarebbe rea di essersi mossa in ritardo sulla pianificazione amministrativa, arrivando «a soli due mesi dalla scadenza del contributo» con l'amministrazione che «si avvia in tutta fretta una fase progettuale tanto urgente quanto confusa nell’intento (auspicabile) di non perdere anche questa opportunità».

Di seguito il comunicato integrale a firma Tutti per Nerviano, Scossa Civica, Nerviano in Comune e Movimento 5 Stelle.


Il contesto è quello usuale dei Consigli Comunali, la discussione è il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e l’argomento in questione riguarda i lavori per la realizzazione di un progetto di mobilità dolce a Garbatola, da anticipare forzatamente al 2017 per poter disporre di 600.000 euro di fondi compensativi regionali.

Ma vediamo di fare chiarezza rispetto al no delle opposizioni recentemente strumentalizzato della maggioranza.

Anzitutto parliamo di un piano bocciato in toto in quanto inadeguato rispetto alle priorità più e più volte sollevate dalla cittadinanza: siamo in un territorio fatto di scuole non a norma, di camminamenti dissestati, di barriere architettoniche e di palestre fatiscenti dove solo la clemenza del tempo costituisce l’antidoto contro potenziali allagamenti.

Questa grave situazione generale non può essere sottaciuta e nascosta dietro il progetto di riqualificazione di una piazza o dietro la realizzazione di un paio di tratti di piste ciclabili sul territorio.

Tutto ha inizio quando, a seguito della realizzazione a Villanova di vasche di laminazione per il contenimento delle piene del fiume Bozzente, Regione Lombardia stanziava fondi compensativi per la comunità di Nerviano, una parte dei quali utilizzati per la realizzazione della discutibilissima ciclabile Betulle-Garbatola.

Dopo anni di silenzio e attesa dove anche i protagonisti di oggi ben sapevano della vicenda, inclusa la possibilità di “spendere” fondi regionali residui,  dopo oltre 1 anno di amministrazione a guida Lega impegnata altrove più che tra i tavoli della pianificazione amministrativa, a soli due mesi dalla scadenza del contributo, si avvia in tutta fretta una fase progettuale tanto urgente quanto confusa nell’intento (auspicabile) di non perdere anche questa opportunità.

In questo scenario dove ancora una volta predominano l’incapacità a programmare, il posticipo a “data da stabilire” degli altri interventi inerenti le strutture scolastiche non a norma e l’incertezza sui contenuti dell’opera da realizzare (l’Assessore non è stato minimamente in grado di illustrare il progetto), l’unica certezza al voto nell’ultimo Consiglio Comunale si chiamava FRETTA che aimè fa rima con IMPERFETTA…

Tutti per Nerviano, Scossa Civica, Nerviano in Comune, Movimento 5 Stelle

(Chiara Lazzati)