Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cena della Lega: chiama a sorpresa Salvini

Cena con sorpresa per la Lega Nord di Nerviano. Doveva essere un momento per festeggiare il Natale e i risultati ottenuti nel 2016 - primo su tutti la vittoria alle elezioni comunali del candidato Massimo Cozzi - e alle voci di congratulazioni se ne è aggiunta una inaspettata: quella del segretario federale del Carroccio Matteo Salvini.

«Mi riprometto di tornare il prima possibile sia a Nerviano, in priorità, che a Parabiago - ha garantito in collegamento telefonico da Palermo Salvini -. Grazie per quello che avete fatto nel 2016, però riposatevi un po' in questi giorni che nel 2017 ci si deve ambire ancora di più: andiamo a vincere!».

In sala ieri sera, sabato 17, oltre al neo primo cittadino nervianese anche il sindaco di Parabiago Raffaele Cucchi, il parlamentare Cristian Invernizzi e il neo segretario della sezione nervianese del Carroccio Romano Panaccio. Proprio quest'ultimo, altra novità del 2016, ha ringraziato tutti i militanti «per il lavoro capillare sul territorio. E' stato un anno impegantivo, pieno di tensione, sofferenza, emozione e passione ma che ha avuto la svolta della vittoria alle elezioni comunali, che hanno ridato Nerviano alla Lega, al Gruppo Indipendente Nervianese e a Con Nerviano, alleati e persone serie e capaci. La nostra vittoria è dipesa da tanti fattori ma uno in particolare è l'unità del nostro gruppo. Il mio obbiettivo da segretario sarà di mantenerlo tale, lavorando nel solco tracciato dal mio predecessore Paolo Zancarli».

Bilancio finale del 2016 affidato al sindaco Massimo Cozzi, che ha guardato in avanti con le sfide per il 2017. «Grazie per quest'anno fantastico - le prime parole di Cozzi, che ha ringraziato uno per uno tutti i suoi militanti -. E' stata dura riuscire a tornare a vincere. Adesso, però, è iniziata la parte più difficile: un conto è fare opposizione, un conto è governare. Chiedo a tutti la massima unità e compattezza. Personalmente mi impegnerò per coinvolgere tutti i gruppi, le sezioni e i consiglieri perchè siamo rappresentanti dei cittadini. La nostra forza è nel gruppo: da solo non riuscirei a fare nulla».

(Chiara Lazzati)