Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Torna la fioraia del Giambellino: "Non si uccide per amore"

Non si uccide per amore
di Rosa Teruzzi
ed. Sonzogno
€ 14,00


Dopo averla incontrata a gennaio al Castello, in molti non vedevamo l'ora di leggere la nuova avventura uscita dall'elegante penna di Rosa Teruzzi, affermata giornalista e ora amatissima scrittrice di gialli che dosano sapientemente azione a sentimento.

Ritroviamo Libera, la fioraia del Giambellino ex libraia ( e questo ce la fa amare ancora di più) alle prese con una vicenda molto ma molto personale : un biglietto, ormai ingiallito ma su cui si riconosce una grafia femminile, spunta dal taschino di una vecchia camicia a quadri del marito, ucciso vent’anni prima senza che mai sia stato trovato il colpevole. Il fortuito ritrovamento obbliga Libera a riaprire le vecchie ferite e a ripensare ai giorni precedenti l'omicidio. Non è facile, però. Libera ha sempre cercato di dimenticare, piano piano ha messo su un’attività che funziona, se la cava abbastanza bene, altri uomini la sfiorano e la corteggiano. Eppure, quel buco nero della sua esistenza continua a visitare le sue notti insonni, tanto più ora che alcuni particolari, nell’archiviazione del caso, iniziano a non convincerla più. E così, dopo essersi improvvisata detective, nei romanzi precedenti, per risolvere i casi degli altri, questa volta Libera vuole trovare il coraggio per rivangare le vicende del suo passato.

Come sempre potrà contare sull’aiuto della madre Jole, eccentrica insegnante di yoga piena di risorse e di ottimismo, e di Irene, una giovane cronista di nera con un sesto senso per i misteri.

Nonostante la vana opposizione della figlia Vittoria - che è l'unica vera poliziotta della famiglia - Libera si spingerà dalla sua Milano fino in Calabria, per trovare una risposta alle domande che l’opprimono da vent’anni e per guardare in faccia l’amara verità. E per scoprire che forse il nemico si nasconde molto più vicino di quanto avesse mai immaginato...

Un romanzo avvincente e divertente insieme, che funziona grazie alla magica alchimia che unisce tre donne diversissime fra loro, ma unite da un amore grande tanto quanto lo è la fiducia reciproca.

Un po' giallo, un po' storia di famiglia, un po' ironico, un po' commovente: un vero mix di generi che creano una storia unica. Avete presente quei mazzi misti di fiori che fanno tanto primavera e che riempiono di allegria le nostre case?  Ecco, il libro di Rosa è così: un assaggio di bella stagione, con ogni tanto un refolo di vento freddo.

Piacevolissimo.

Amnanda Colombo - Galleria del Libro