Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Le aziende di Distretto 33 verranno pagate da Expo

Buone notizie per tanti imprenditori del nostro territorio, molti dei quali associati all'Associazione Imprenditori Lombardi, che aspettavano di ricevere da Expo una somma complessiva di ben 4,8 milioni di euro per alcuni lavori da loro svolti durante la costruzione del sito che ha ospitato fino a un anno fa la grande esposizione universale.

Distretto 33, grazie alle pressioni costanti del suo presidente Dario Ferrari (nella foto), al fondamentale supporto del presidente dell'Associazione Imprenditori Lombardi Enrico Parolo e all'intervento coordinato di Regione Lombardia, Comune di Milano e legali del consorzio, ha infatti ottenuto il recupero totale della somma sospesa. Una vittoria importante e che ha seguito la sentenza emessa dal Tribunale civile di Padova che, qualche mese fa, aveva stabilito che le aziende avrebbero potuto rivalersi su Expo per i crediti non corrisposti e non solamente sull'intermediario dell'appalto, la consortile per Expo 2015 Scarl. Gli imprenditori, certi del recupero della somma, avevano anche deciso di non pignorare l'Albero Della Vita e di favorire a un gesto eclatante la diplomazia. Scongiurato, quindi, il rischio di fallimento di diverse aziende dovuto ai mancati pagamenti per gli interventi svolti nel sito di Expo.

Soddisfatti i presidenti di Distretto 33 e Associazione Imprenditori Lombardi: “Siamo estremamente felici del risultato ottenuto, sopratutto per le aziende associate e per le tantissime famiglie che lavorano in queste società e che continueranno ad avere un posto di lavoro che diversamente, se Expo avesse continuato a non pagare, si sarebbero trovate in difficoltà”.

(Stefano Dattesi)