Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho, spacciatore di cocaina nella rete della polizia locale

Giovedì 10 gennaio, gli Agenti della Polizia Locale di Rho hanno arrestato A.M. classe 1993 di nazionalità Marocchina con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo era stato notato verso le 17 nei pressi della fermata bus e accesso al sottopasso ferroviario di via Magenta colloquiare con vari giovani, che poi si allontanavano con i mezzi pubblici o accedevano alla stazione, mentre lui continuava a permanere presso il sottopasso ferroviario. All’ennesimo contatto, gli Agenti hanno deciso di intervenire bloccando il magrebino che aveva appena consegnato qualcosa ad un altro soggetto, anch’esso fermato e trovato  in possesso di una dose di cocaina.

Alla perquisizione personale A.M. ha dichiarato di non avere nulla addosso, ma a una più accurata verifica si è accertato che vi erano 16 dosi di cocaina cucite all’interno della fodera del suo giubbotto; motivo questo che ha portato all’arresto dell’uomo.

È il secondo pusher arrestato in 10 giorni dagli agenti della Polizia Locale Rhodense: a dicembre era stato arrestato un pusher in via Donizetti, che aveva occultato le dosi di cocaina all’interno del telaio, della sella e del manubrio della sua bicicletta. “Continua il controllo della nostra Polizia Locale sullo spaccio di sostanze stupefacenti – ha detto a proposito il Sindaco di Rho Pietro Romano –. Purtroppo le dosi di cocaina erano rivolte soprattutto a giovani, per questo motivo i nostri agenti, che ringrazio, presiedono i luoghi di passaggio degli studenti, come appunto la stazione, i parchi e le scuole”.