Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Spacciava a scuola: i poliziotti entrano in classe e lo arrestano

Su indicazione di un "compratore" gli agenti sono entrati nella sua classe e, dopo un controllo e una perquisizione domiciliare, lo hanno arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti: teatro dell'episodio l'istituto Pucher di Rho.  Nella mattinata del 7 novembre, come da indicazioni del questore di Milano, Marcello Cardona (che prevede una pianificazione con l’impiego di unità cinofila antidroga per il contrasto dell’attività di spaccio nei pressi degli istituti scolastici) gli agenti del commissariato di Rho Pero hanno infatti svolto un servizio specifico con unità cinofila all’Istituto scolastico tecnico professionale Puecher in via Bersaglio 58. Nel corso delle attività gli agenti hanno notato che uno studente estraeva dalla tasca un piccolo involucro e lo lanciava nel prato all’interno del cortile esterno della scuola: recuperato quanto lanciato dallo studente, i poliziotti hanno trovato all’interno dell’involucro di cellophan pochi grammi di hashish.

Il giovane, P.S. di 20 anni, ha riferito ai poliziotti di essere un assuntore di hashish e di aver acquistato lo stupefacente poco prima da un ragazzo maggiorenne, D.M. di anni 19, suo compagno di classe, che solitamente spaccia all’interno dello stesso Istituto Scolastico. Gli agenti insieme alla preside dell’Istituto, informata dell’accaduto, si sono dunque recati nella classe frequentata dal giovane indicato come spacciatore, accompagnandolo fuori dall’aula. Da un controllo sulla sua persona sono state trovate alcune confezioni di hashish pronte per essere vendute al dettaglio. 

D.M. ha confermato di aver venduto personalmente la dose di hashish poco prima all’interno del cortile dell’Istituto a P.S. a un costo di 35 euro. D.M. è stato accompagnato dai poliziotti del Commissariato di P.S. Rho Pero alla sua abitazione e qui è stata eseguita una perquisizione locale. Nel corso della stessa sono state trovate altre confezioni di hashish pronte per essere vendute al dettaglio. D.M. è stato dunque accompagnato negli Uffici del Commissariato di P.S. Rho Pero e arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reato aggravato dalla circostanza di averlo commesso all’interno di un Istituto Scolastico. Il Pubblico Ministero ha disposto il trasferimento del giovane al carcere milanese di San Vittore. P.S., anch’egli accompagnato negli Uffici della Polizia di Stato, è stato sanzionato amministrativamente in qualità di assuntore di sostanze stupefacenti.