Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La polizia incastra un truffatore di Bollate

Gli agenti della Squadra Mobile di Isernia hanno denunciato all'Autorità Giudiziaria un 46enne di Bollate, per truffa, sostituzione di persona, false attestazioni sulla propria identità e possesso e fabbricazione di documenti di identità falsi: l'uomo si era presentato alla filiale di una banca del posto per aprire un conto corrente utilizzando una carta di identità apparentemente rilasciata dal Comune di Isernia

È bastato un controllo all'anagrafe per verificare che il dirigente firmatario della carta d'identità non era mai stato un dipendente del Comune. Quando l'uomo aveva poi contattato telefonicamente la banca per verificare che il conto corrente fosse stato aperto, l'impegato gli aveva chiesto di presentarsi allo sportello con il solo risultato di far letteralmente sparire l'uomo.

Le indagini della Polizia hanno poi consentito di identificare e rintracciare l'uomo:  la carta di identità esibita allo sportello bancario era falsa e l'uomo risultava già arrestato in flagranza di reato mentre cercava di negoziare un assegno dell'importo di diverse decine di migliaia di euro in un'altra città, sempre utilizzando un documento falso.