Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nerviano, nuovo successo per i Sottopalco

Un altro successo per la compagnia teatrale nervianese "i Sottopalco". Lo scorso fine settimana è andata in scena sul palco del salone della parrocchia di Santo Stefano la loro ultima fatica, la commedia "Una locandiera e una vedova…molto scaltre".

La trama, interamente elaborata dalla regista Patrizia Nardin, porta gli spettatori indietro fino al Settecento, in una locanda fiorentina, tra corteggiamenti da parte di nobili, reali o presunti, e del padrone della locanda nei confronti di due donne.

«Vorrei, prima di tutto, ringraziare calorosamente chi ci segue da anni, è sempre presente ai nostri debutti e ci incoraggia a proseguire. Ringrazio di cuore il sindaco Massimo Cozzi e l’assessore alla cultura Sergio Girotti, presenti in sala - commenta Nardin -. E’ stato un grande impegno riuscire a portare in scena questa commedia e ne siamo molto orgogliosi! Abbiamo dovuto superare diversi ostacoli: accanto al solito lavorio di autoproduzione, abbiamo soluzionato l’avvicendarsi di alcuni attori (adattando ogni volta il copione ai nuovi ingressi)  e siamo stati costretti a posticipare, per due volte, la data del debutto per non sovrapporci ad altri eventi organizzati a Nerviano. Non ultimo, purtroppo, pochi giorni prima di andare in scena, un grave lutto ha colpito una nostra amica-attrice. Abbiamo debuttato ugualmente e, con il cuore amareggiato, abbiamo dedicato a lei la prima serata. Vorrei ringraziare ancora la Comunità RSA Leopardi di Parabiago che ha raccolto l’invito e, al termine, ci ha letteralmente sommerso di affettuosi incoraggiamenti!  Ora, a malincuore, siamo di nuovo… all’opera per smontare la scenografia e riporre i costumi ed oggetti di scena. Stiamo valutando alcune richieste di replica nei comuni limitrofi e, nel contempo, stiamo già preparando altre due nuove commedie. Desiderosi di migliorare sempre più, a gennaio inizieremo un corso con una docente di teatro. Devo proprio affermare che tutte le  difficoltà ci hanno messo molto alla prova, ma hanno ulteriormente cementato il gruppo, anzi abbiamo accolto nuovi ingressi, aumentato la nostra passione e voglia di fare sempre meglio»