Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A Rho flash mob per la lettura

  • CRONACA / RHO
  • lunedì 22 ottobre 2018
  • 678 Letture

A Rho la lettura è contagiosa. Lo ha dimostrato il flash mob della scuola secondaria di primo grado Manzoni. Questa mattina, lunedì 22, un'80ina di ragazzi ha invaso piazza San Vittore. Prima passeggiando assorti nella lettura di libri, poi tra gli sguardi stupiti dei passanti, gli studenti hanno realizzato un balletto e poi hanno letto dei brani dei loro libri preferiti. Lo scopo è ricordare che per tutta la settimana, fino al 28 ottobre, sarà possibile partecipare al progetto #Ioleggoperchè acquistando nelle librerie convenzionate dei libri selezionati dalle scuole da donare agli istituti.

A Rho aderisce la libreria in piazza San Vittore insieme alle scuole Manzoni, Marconi, Franceschini, Don Milani e alla scuola dell’infanzia di Terrazzano. Per contribuire, è sufficiente chiedere in libreria l’elenco dei libri selezionati dalle scuole e scegliere quale donare: sarà possibile scrivere una dedica sul libro e in cambio si riceverà una spilletta e un segnalibro.

«Il flash mob è stato realizzato nell’ambito del progetto “Io leggo perché” e rientra in un percorso più ampio promosso dalla nostra scuola per promuovere la lettura – dice Antonella Maiorano, professoressa di Lettere al Manzoni e promotrice dell’evento -. L’obiettivo è sensibilizzare i ragazzi alla lettura, che non deve essere percepita come un obbligo imposto dagli insegnanti, ma come un piacere. Per riuscirci, tra l'altro, vogliamo valorizzare la biblioteca della scuola, aprendola anche al pomeriggio per uno spazio compiti. L’anno scorso i genitori ci hanno aiutato a ridipingerla e quest’anno ci daranno una mano con librerie e scaffali. In collaborazione con la professoressa Scarnecchia, ormai in pensione, catalogheremo poi i libri insieme agli studenti».

«Lo scorso anno - conclude l'assessore alla cultura Valentina Giro -, Rho ha ottenuto il riconoscimento di città che legge, titolo promosso dal Centro per il Libro e la Lettura per valorizzare quelle amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità politiche di promozione della lettura. In Italia i trend sono negativi, quindi è importante l’impegno di amministrazioni, biblioteche e scuole per promuovere la lettura tra i ragazzi, ma anche tra gli adulti».

(Chiara Lazzati)