Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Vinicio Peluffo si candida alla direzione del Pd lombardo

  • CRONACA / RHO
  • giovedì 11 ottobre 2018
  • 204 Letture

Vinicio Peluffo si candida alla Segreteria Regionale del PD Lombardia. Il politico rhodense lo ha annunciato in occasione di un’intervista rilasciata ad Affaritaliani.it.

"In queste settimane ho potuto confrontarmi con amministratori, elettori, militanti, iscritti e mi sembra che ci sia un sentimento diffuso, una voglia di ripartire, un orgoglio della comunità del Partito Democratico che non ha affatto mollato il campo. – ha detto Peluffo nel corso dell’intervista - Io trovo che non sia il momento di ripartire da soli. Questo è il momento di un congresso aperto. Dobbiamo confrontarci con le esperienze del mondo delle professioni, dell'amministrazione, del volontariato, del terzo settore, del lavoro, delle imprese, che in questo momento sentono una esigenza di risposte. In queste settimane ci sono state manifestazioni importanti a Roma e a Milano in piazza San Babila: queste dimostrano che c'è una comunità democratica vasta, che condivide un mondo di valori. Dobbiamo fare opposizione senza mollare di un millimetro al governo nazionale e a quello regionale. Ma soprattutto dobbiamo fare opposizione costruendo una alternativa radicale all'agenda politica del centrodestra".

"L'ambiente deve essere centrale - ha detto poi Peluffo parlando dei temi principali -. Quando abbiamo dato vita al Pd 10 anni fa ci davamo come obiettivo quello di essere il primo partito ecologista d'Italia, dicendo che l'evoluzione tecnologica consentiva di superare la dicotomia tra lavoro e ambiente. Dopo 10 anni l'innovazione tecnologica ci dice che proprio puntando sulla sostenibilità si ottiene crescita e sviluppo. Questa è la strada da percorrere in una strada come la nostra, dove quando arriva l'autunno non si riesce a respirare. Un altro tema è il nodo tra innovazione e competenze. Nel mondo del lavoro è in corso una rivoluzione: questa è fondamentale per stare al passo con gli altri Paesi in termini di competitività ma comporta opportunità e rischi. Per diminuire i rischi e cogliere le opportunità bisogna puntare sulle competenze".

«Sono convinto – ha poi concluso Peluffo - che nella comunità del Pd tutti debbano concorrere a far ripartire il Pd in Lombardia e farlo in maniera corale. Tra l'altro se c'è un tratto che mi riconosco è quello di fare lavoro di squadra. Noi dobbiamo mettere al centro del confronto congressuale lombardo i temi, lavorare per costruire un percorso aperto. Io ho avuto la fortuna di partecipare alla fondazione del Partito Democratico, ho potuto svolgere l'attività di amministratore per la mia comunità ed essere al parlamento nazionale svolgendo il mio ruolo con disciplina e onore. Adesso sento il bisogno di restituire alla comunità democratica il tanto che ho ricevuto e di mettere a disposizione il tanto che ho imparato".