Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Masterplan della proposta olimpica: c'è spazio anche per Rho

  • CRONACA / RHO
  • mercoledì 19 settembre 2018
  • 472 Letture

Giochi olimpici invernali in Italia? Secondo il presidente del Coni Giovanni Malagò la fiamma non è ancora spenta e oggi il Coni presenterà a Losanna al Comitato Olimpico Internazionale il "piano B" basato sulla coppia Cortina-Milano, con un masterplan che poi sarà illustrato ufficialmente ad ottobre con la candidatura vera e propria in occasione della sessione del CIO in Argentina. E con Torino "fuori", Milano diventerà a tutti gli effetti cluster degli sport del ghiaccio, Cortina d'Ampezzo e l'Alta Valtellina di quelli della neve.

Nel capoluogo lombardo, oltre al Villaggio olimpico (presso lo scalo ferroviario di Rogoredo), uno dei due centri stampa troverebbe spazio alla fiera di Rho. È prevista la cerimonia d'apertura allo stadio Meazza e le cerimonie di premiazione in piazza Duomo. I tornei di hockey maschile e femminile troverebbero ospitalita' presso il PalaSharp ed in un'altra struttura. Le gare di short track e di pattinaggio di figura si alterneranno nella tradizione olimpica presso l'impianto polifunzionale "Santa Giulia" mentre il pattinaggio velocità, inizialmente previsto a Torino, dovrebbe venire spostato a Milano.

Il sito dello snowboard resta a Bormio, quello del freestyle a Livigno (Mottolino) e lo sci nordico probabilmente a Santa Caterina Valfurva o in altra localita' ancora da individuare. A Cortina, nel cuore delle Dolomiti, sono previste tutte le competizioni di sci alpino maschile e femminile (Vertigine, Olympia e Col Drusciè), di slittino, skeleton e bob sulla pista "Eugenio Monti" ed il curling spostato da Milano. Il biathlon si svolgerebbe ad Anterselva in Alto Adige per alleggerire Bormio (Valdidentro), mentre salto e combinata nordica restano a Predazzo in Val di Fiemme in Trentino. A Trento e Cortina (aeroporto di Fiames) gli altri due centri stampa, a Bormio (ex ospedale Morelli) e a Socol/Cortina gli altri due Villaggi olimpici degli atleti.