Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho, via San Martino - Fontanili: arriva una rotonda

  • CRONACA / RHO
  • mercoledì 08 agosto 2018
  • 528 Letture

Niente più semafori ma una rotonda. E' questo il progetto per l'incrocio a via San Martino e via dei Fontanili a Rho. L'opera, attesa da tempo, verrà realizzata nei prossimi mesi. L'amministrazione comunale ha dato l'ok in questi giorni. Il progetto definitivo è stato approvato in linea tecnica e prevede una spesa di 560mila euro.

«La scelta - spiegano dall'amministrazione - deriva dall'esperienza acquisita in altri punti dello stesso asse viario e all'interno del territorio comunale, che ha mostrato la validità della rotatoria come elemento per rendere il traffico più fluido». Nel progetto è stato sistemato anche l'accesso a via Ticino, oltre ad aver aggiunto la realizzazione del raccordo con il percorso ciclabile previsto da un altro progetto in via di attuazione, che unirà il centro della città alle zone agricole lungo l'asse di via San Martino.

«Finalmente siamo al passaggio conclusivo di quest'opera a lungo attesa, che dovrebbe migliorare notevolmente la viabilità su via dei Fontanili e regolare il flusso di accesso alla rotonda successiva fluidificando il traffico - commenta l'assessore alla viabilità Gianluigi Forloni -. Importante aver potuto inserire il raccordo con la pista ciclabile e la sistemazione della via Ticino, che dà un quadro complessivo più dignitoso ad uno spazio periferico a ridosso del quartiere di San Martino e merita comunque attenzione».

Il progetto ha reso necessaria la rimozione di alcune piante di pioppo nero (populus nigra) dei filari collocati sulla direttrice est ovest di via Fontanili. Tutte le piante rimosse saranno ripiantumate, ricreando il filare, a meno della zona di intersezione con via Ticino per consentire una corretta visibilità ai mezzi in uscita dalla stessa.

(Chiara Lazzati)