Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Salvini contestato a Nerviano, il ministro risponde su facebook

Botta e risposta tra l'uomo che ha contestato Matteo Salvini alla fiera di Nerviano e il ministro dell'interno. Ieri, lunedì 6, un anziano si è avvicinato al segretario federale del Carroccio durante il suo giro tra le bancarelle. «Ho la tessera del PCI dal 1962 - ha detto pacatamente il nervianese - e vorrei dirti che, per me, sei razzista e fascista». «Grazie. E anche nazista - ha ribattuto sul posto Salvini - Populista, sovranista e egoista». Nel giro di pochi secondi l'uomo è stato fatto allontanare, senza disordini o contestazioni alcune e il ministro ha raggiunto il gazebo della Lega, atteso da militanti e cittadini per una foto, una parola, un abbraccio.

Ma per Salvini la questione non si è chiusa sul posto. Il vicepremier ha pubblicato sulla sua pagina facebook - seguita da quasi tre milioni di persone - un post di "scherno" per l'anziano. «Un saluto dalla Fiera di San Fermo a Nerviano (Milano), dove ho incontrato, abbracciato e ascoltato centinaia di persone - ha scritto Salvini - Ne ho trovato uno, uno solo, che mi ha detto “razzista, fascista”. È stato compatito e spernacchiato da tutti». Come si vede dal video pubblicato dal nipote dell'anziano su Facebook, però, l'uomo è stato allontanato dal sindaco Massimo Cozzi senza clamore.

 

(Chiara Lazzati)