Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Giudici: "Chiederò a Fontana di presenziare alla festa dei 400 anni del mercato di Rho"

  • CRONACA / RHO
  • martedì 17 luglio 2018
  • 221 Letture

“Il primo di ottobre si terrà la festa per i 400 anni effettivi del mercato, con il patrocinio di Regione Lombardia; ho voluto quindi approfittare dell’occasione odierna per chiedere al Governatore Attilio Fontana, compatibilmente con i suoi impegni istituzionali, di partecipare ai festeggiamenti di quest’autunno, che costituiranno un grande evento per la nostra Città”: Lo ha detto Simone Giudici, consigliere regionale della Lega al Pirellone in occasione della targa celebrativa dedicata al mercato, svelata nella giornata di ieri a Rho.

“il mercato infatti è la rappresentazione tangibile di una comunità ed è giusto sottolinearne la storia e l’importanza. Oggi come allora costituisce un punto di riferimento per tutta la zona, non solo per Rho, una tradizione legata a doppio filo ad una spiccata vocazione commerciale propria del nostro Comune, risalente addirittura agli anni remoti del medioevo”.

“Il "compleanno" del mercato cittadino rappresenta però anche la giusta occasione per una riflessione che, al di là della valenza storica e celebrativa dell’evento, è più che mai attuale. Non bisogna dimenticare infatti l’importanza di tutelare il commercio, ambulante e non, inteso non soltanto come professione economica, ma addirittura come modo di essere e di vivere. Oggi questa pratica è in pericolo a causa di una grande distribuzione troppo agevolata e spesso sregolata, che mette in ginocchio i negozi di vicinato e attività che hanno consentito di vivere dignitosamente a generazioni intere di rhodensi. Occorre quindi trarre le giuste lezioni dal passato – ha poi concluso Simone Giudici – per evitare di compromettere nel futuro un patrimonio di grande valore.”