Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Da Rho un "Abbraccio" ad Arluno

  • CRONACA / RHO
  • martedì 15 maggio 2018
  • 346 Letture

Alla fine della scorsa settimana alcuni rappresentanti delle realtà politiche giovanili rhodensi hanno effettuato una importante donazione all’Associazione Abbraccio di Arluno.

"La donazione è stata possibile grazie a una raccolta fondi organizzata a Natale 2016 per le strade di Rho: moltissimi cittadini, giovani e meno giovani, hanno lasciato delle donazioni da destinare ai bambini in difficoltà, in modo da rendere il loro Natale un po’ più lieve - spiegano i promotori dell'iniziativa -. La generosità dei cittadini rhodensi non si è fatta attendere: i volontari, provenienti dalle realtà politiche giovanili della città, sono riusciti a raccogliere oltre 800 euro. Purtroppo però, a causa di diversi cavilli burocratici, non è stato possibile donare gli strumenti al reparto di Pediatria dell'Ospedale di Rho. Nonostante questo i volontari si sono impegnati affinché i soldi venissero comunque destinati a bambini e ragazzi in difficoltà e hanno acquistato degli strumenti per la musicoterapia: un approccio terapeutico che usa la musica per “arrivare” al paziente e renderlo a sua volta in grado di esprimersi e aprirsi".

A conclusione del percorso è stato deciso di destinare gli strumenti acquistati a L’Abbraccio Onlus di Arluno, associazione di volontariato per il sostegno ai bambini disabili e alle loro famiglie. Qui, con l’intervento di personale professionale specializzato, vengono svolte moltissime attività per i ragazzi, e tra queste anche la musicoterapia: per questo l’Associazione è stata estremamente felice della donazione ricevuta. Sabato 12 maggio si sono finalmente potuti vedere i risultati positivi di un’iniziativa inedita, quella di giovani con idee differenti che, anche grazie alla generosità dei cittadini rhodensi, si sono uniti nella solidarietà.