Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A Rho nasce la consulta delle frazioni e dei quartieri della città

Con la nomina dei componenti avvenuta in consiglio comunale a fine febbraio, può decollare il lavoro della nuova Consulta delle Frazioni e dei Quartieri.

La Commissione Affari Istituzionali e Organizzazione ha lavorato per scegliere i criteri di valutazione per la selezione dei componenti e infine ai colloqui di selezione per proporre le nomine definitive al Consiglio Comunale: il metodo di valutazione dei candidati, condiviso all’unanimità da tutta la Commissione, comprendeva sia i requisiti obbligatori e i criteri preferenziali disciplinati dal regolamento, come la rappresentanza o la appartenenza ad una associazione, sia i requisiti ulteriori stabiliti dalla Commissione, quali la valutazione delle proposte contenute nelle lettere di candidatura e i colloqui personali. In caso di parità è stato deciso il requisito della preferenza per il candidato più giovane d’età.

"La Consulta dei Quartieri e delle Frazioni è e sarà un organismo ampio, apartitico e plurale, con un buon numero di componenti giovani - ha detto il presidente della Commissione Affari Istituzionali e Organizzazione, Roberto Bellofiore -. Nella scelta dei candidati è stato rispettato un processo decisionale ampiamente democratico, con criteri di valutazione certi, verificabili, prestabiliti e condivisi dalla Commissione intera. La somma dei punteggi dati da ciascun commissario secondo tali criteri ha determinato la scelta dei componenti da nominare. Esprimiamo la nostra soddisfazione per le numerose proposte e idee presentate nelle lettere di accompagnamento alle candidature".

"Questa consulta svolgerà un ruolo molto importante sia per i cittadini delle frazioni e dei quartieri sia per l’amministrazione comunale – ha poi aggiunto l’assessore ai rapporti con le frazioni Maria Rita Vergani - un canale diretto e regolamentato che potrà più facilmente far convergere le esigenze dei cittadini e le iniziative proposte dall’amministrazione. Ogni consulta ha una storia a sé e sarebbe stato un errore rinunciare alla costituzione della nuova Consulta, basandosi esclusivamente sulle difficoltà delle precedenti. Bisogna riconoscere e mantenere quanto di buono già è stato fatto in precedenza, sforzandosi comunque di migliorare per rendere la neonata Consulta ancora più efficace. Questi organismi si basano sulle persone e sul loro entusiasmo di partecipazione e, considerate le lettere di candidatura e i colloqui personali, si può con certezza constatare che questa Consulta nasce con delle solide fondamenta. A tutti i componenti scelti dalla Commissione e nominati dal Consiglio Comunale va il più grande augurio di buon lavoro e un grande grazie per la disponibilità e la responsabilità dimostrata nel mettersi al servizio della propria frazione e del proprio quartiere".

Ecco i membri della consulta:

Frazione di Mazzo: GIOVANNINI ANTONIO, MINARCHI MARIA TERESA

Frazione di Passirana: BORELLA MARTINA, CASTIGLIONI SILVIA, PROSPERATO IRENE

Frazione di Lucernate: ANTONINI ANNALISA, DE PAOLI MAURO, DELL’OSTE DAVIDE

Frazione di Terrazzano: DE ANGELI RENATA, RADAELLI LAURA

Quartiere Centro CAENAZZO MARCELLO, MORETTI DIEGO GABRIELE

Quartiere San Giovanni: BALLACCI ENRICO, MAGGIONI LIVIO

Quartiere San Pietro: FERRARIO DARIO

Quartiere San Paolo/Capuana: PAPASODARO ANTONIO, CORNACCHIA GINO