Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sciopero del "Lotto Marzo" anche a Rho

  • CRONACA / RHO
  • venerdì 09 marzo 2018
  • 665 Letture

Lo sciopero globale delle donne ha toccato anche Rho. In città Arci Che Donne, Oltre lo specchio e Sos Fornace si sono riuniti per uno sciopero «femminista, contro la violenza economica, la precarietà e la discriminazione». E ieri, giovedì 8, è andata in scena la parata precaria.

Davanti al centro dell'impiego i partecipanti hanno attaccato lo striscione "La precarietà è violenza economica: reddito di autodeterminaione per tutte". Il motivo lo spiegano gli organizzatori: «Troppi sono i ricatti che noi donne abbiamo subito e subiamo nel mondo del lavoro: dalle dimissioni in bianco che spesso colpivano le donne in gravidanza, al part-time involontario come strumento di flessibilità, al lavoro domestico e di cura non retribuito e che spesso costringe le donne alle dimissioni o a un lavoro precario, alle molestie sui luoghi di lavoro che ha coinvolto circa l'8,9% di noi, donne lavoratrici e in cerca di un'occupazione. Vogliamo pari salari per donne e uomini perchè ad oggi c'è ancora un divario retributivo di genere che colpisce noi donne, vogliamo un reddito di autodeterminazione che garantisca la nostra indipendenza come sostegno alla fuoriuscita da relazioni violente e vogliamo vedere riconosciuto un congedo indennizzato garantito a tutte le categorie per tutte le donne lavoratrici che subiscono violenza e per il tempo necessario alla risoluzione del problema».

(Chiara Lazzati)