Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Una ringhiera sulla targa storica in piazza Olona: Gente per Nerviano insorge

Una ringhiera sulla targa storica del 1756 di piazza Olona. E' quanto successo in questi giorni a Nerviano. Sulla scalinata che porta verso la biblioteca è comparsa una ringhiera. E Gente per Nerviano insorge.

La lista civica ha preso immediatamente carta e penna e ha scritto al primo cittadino Massimo Cozzi. «Visto quanto realizzato sulla scala di piazza Olona in prossimità del ponte non possiamo che ritenere tale intervento non solo uno scempio ma un danno al decoro dell’area e alle presenze storiche di Nerviano» sostengono dalla lista. «Ma è possibile che nessuno si sia fatto qualche scrupolo preventivo prima di autorizzare la posa di tale manufatto o ne abbia seguito con buon senso la posa? - chiedono dalla civica - Dopo il “cippo funebre” per intitolare il parco a Don Ugo al posto di una più semplice targa ( come era anche la persona), cosa per altro attuata nell’altro parco che ha ricevuto intitolazione nello stesso periodo, passando per non aver rimesso in funzione la fontana all’ingresso del municipio riempendola di terra e piante, senza dimenticare la non curanza dell’area antistante l’ingresso del Municipio dove le colonnine e le catene a protezione dello stemma comunale riprodotto in marmo sono spesso fuori sede o appoggiate a terra, ora dobbiamo assistere a questo scempio con danni irrimediabili. Chiediamo di conoscere i nominativi di tutte le persone che hanno contribuito, avvallato, autorizzato e NON seguito quanto accaduto in Piazza Olona, siano essi Dipendenti Comunale, Responsabili di settori, Assessori. Chiediamo che si vincoli ogni intervento che possa riguardare il decoro urbano al parere di una apposita Commissione, visto il risultato di quanto accaduto anche per Piazza Olona».

Agli attacchi di Gente per Nerviano risponde il sindaco Cozzi. «Il corrimano sul ponte era previsto da mesi e ci è stato richiesto per questioni di sicurezza da tanti cittadini, soprattutto persone anziane, per il rischio di scivolare nel periodo invernale - spiega il primo cittadino nervianese -. L'installazione è stata effettuata dalla impresa. Se il posizionamento danneggia la targa, studieremo un modo per valorizzarla, come ad esempio tagliare le sbarre del corrimano nel punto interessato, ma assolutamente non abbiamo intenzione di rimuovere la ringhiera. Lungi da noi nascondere la storia di Nerviano. Detto questo, rimango colpito dai toni utilizzati nella lettera e li rigetto in pieno».

(Chiara Lazzati)