Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho, nella toponomastica compare "largo Giovanni Pesce"

  • CRONACA / RHO
  • venerdì 09 febbraio 2018
  • 1552 Letture

La giunta di Rho ha deciso, su proposta del primo cittadino Pietro Romano, di dedicare il largo compreso tra corso Europa e via Ratti a Giovanni Pesce, un protagonista della lotta partigiana scomparso nel 2007. ,

"L’amministrazione Comunale, in occasione del centenario della nascita, intende procedere all’intitolazione di un sito cittadino a Giovanni Pesce, figura di spicco della Resistenza italiana e consigliere dell’ANPI sin dalla sua fondazione, che ha svolto un ruolo importante nella lotta partigiana - si legge nella delibera che poi riassume la storia di Pesce -. Giovanni Pesce (nato a Visone in provincia di Alessandria il 22 febbraio 1918 – morto a Milano il 27/07/2017), è stato tra gli Italiani volontari che hanno combattuto nelle Brigate Internazionali a sostegno della Repubblica di Spagna. Rientrato in Italia nel 1940, venne arrestato e mandato al confino a Ventotene. Liberato poi nell’agosto del 1943, si unì alle prime formazioni partigiane e, dopo aver operato a Torino con il nome di battaglia “Ivaldi”, nel maggio 1944 si trasferì a Milano, dove riorganizzò la III Brigata dei Gruppi di Azione Patriottica (GAP) “Rubini” col nome di battaglia “Visone”. A Milano Pesce operò con la partigiana "Sandra", ufficiale di collegamento, al secolo Onorina Brambilla (1923-2011), che dopo la Liberazione divenne sua moglie. Nel corso del 1944 assume il comando della 106° Brigata Garibaldi Sap per dare impulso alla lotta antifascista a Rho e paesi limitrofi e a fine dicembre ritorna a Milano a riorganizzare il 3° Gap. È sempre stato attore di coraggiose imprese contro i tedeschi ed i fascisti; - Per le sue attività nella Resistenza italiana, il 23 aprile 1947 è stato insignito della Medaglia d'oro al Valor Militare per decreto del Presidente del Consiglio dei ministri Alcide De Gasperi; - Nel 2005 il Consiglio Comunale di Rho ha conferito a Giovanni Pesce la cittadinanza onoraria, proprio in ragione dell’importante contributo apportato nel 1944 nella lotta partigiana nella città di Rho e della zona circostante, durante il comando della 106° brigata Garibaldi Sap". A partire da questi elementi storici  la giunta, "verificato che non è prevista alcuna prossima realizzazione di nuove sedi viarie né piazze, è stato individuato, quale luogo oggetto di possibile intitolazione" ha individuato il largo compreso tra corso Europa e via Ratti con la denominazione: largo Giovanni Pesce.