Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Asst Rhodense, 450 accessi al giorno al pronto soccorso di Rho e Garbagnate

Oltre 450 accessi giornalieri ai pronto soccorso di Rho e Garbagnate, circa il 150% rispetto alla media annuale: numeri davvero consistenti per la Asst Rhodense diretta da Ida Ramponi, motivati dalla concomitanza di eventi come la chiusura per le festività Natalizie dei medici di medicina generale e l’arrivo dell’ondata influenzale, unitamente ad una riduzione dei posti letto. Tutti elementi che hanno messo a dura prova la tenuta del sistema. Sono questi i dati comunicati dall'Asst Rhodense e che raccontano del notevole impegno profuso in queste settimane da parte dei diretti interessati: “Quest’anno la direzione strategica, forte dell’esperienza dell’anno scorso,e grazie anche alla panificazione di  risorse aggiuntive eseguita prima del periodo critico, in accordo con ATS e Regione - viene spiegato in una nota dell'Asst -, ha permesso di limitare gli effetti negativi dell’iperafflusso, come lunghe attese per le visite e stazionamenti in Pronto Soccorso per giorni in attesa di ricovero”.

"La presenza costante del direttore della struttura di Pronto Soccorso aziendale, David Merlini, la disponibilità del direttore delle unità operative di Medicina dei due Presidi, Sergio Berra e la professionalità e serietà di tutto il personale medico e assistenziale, unitamente al canale sempre aperto tra il Pronto Soccorso e la Direzione - si legge ancora nella nota che prova a riassumere quanto tradotto in pratica -,  ha permesso infatti di attivare forme di compenso per ovviare ai momenti critici. L’incremento del personale del Pronto Soccorso, l’aggiunta di posti letto con la collaborazione dei Responsabili delle unità operative e la buona volontà di tutti ha permesso di superare gli ostacoli quando si presentavano".

Ciò nonostante si sta lavorando per cercare di perfezionare il sistema e migliorare il servizio, perché al di là dei numeri fuori scala è naturale che ci siano stati anche disagi per l'utenza: è dunque prevista l’attivazione di un tavolo tecnico  che permetterà  di individuare i punti su cui lavorare per migliorare la risposta del Pronto Soccorso alle esigenze crescenti del vasto territorio che la ASST Rhodense, diretta da  Ida Ramponi.