Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Arese "alza la guardia" nel nome della difesa personale

Un corso di autodifesa, rivolto a donne, bambini e bambine da otto anni in su: dopo il successo della prima edizione nel 2015, torna il corso di autodifesa organizzato per mettere nelle condizioni di affrontare eventuali situazioni di violenza fisica e psicologica.

Il progetto ha una durata di 6 mesi e i gruppi saranno organizzati in base alle preferenze orarie. Gli scopi sono diversi: apprendere semplici tecniche di autodifesa, acquisire più sicurezza e imparare a valutare le varie forme di pericolo.

"Abbiamo fortemente voluto questo corso - ha spiegato l'Assessore alla Sicurezza Roberta Tellini -, perchè è importante che le donne e i ragazzi siano in grado di proteggersi, di gestire paure ed emozioni e di prevenire le situazioni a rischio. Purtroppo, le aggressioni e gli atti di bullismo sono numerosi e questo non è tollerabile. L'iniziativa, nata inizialmente come progetto nell'ambito del Bilancio partecipativo, ha riscosso un significativo riscontro, perché si è rivelata uno strumento utile anche ad aumentare la propria consapevolezza e l'autodeterminazione. Non servono doti fisiche particolari, né si fa ricorso alla forza fine a se stessa. Si apprendono tecniche e si assimilano informazioni utili a sentirsi più sicuri".

Ecco la locandina...

(Paolo Girotti)