Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Nerviano vince la causa sul gas: 1,8 milioni in arrivo

Un primo punto alla questione, anche per Nerviano, è finalmente arrivato. 2 I Rete gas, gestore del servizio gas sul territorio, dovrà versare nelle casse comunali circa 1,8 milioni di euro per canoni arretrati relativi al 2014 e al 2015. A deciderlo è stato il Tribunale di Milano con una sentenza di primo grado emessa ieri, lunedì 8, che corona anni di battaglia e rigetta integralmente le posizioni della società.

«Erano davvero anni che aspettavamo questa sentenza e non potremmo essere più felici per il risultato - commenta il sindaco Massimo Cozzi -. Voglio ringraziare per il lavoro di squadra portato avanti con le altre amministrazioni comunali coinvolte oggi e nel passato. La sentenza di Nerviano infatti va ad aggiungersi a altre sentenze che sono andate in questa direzione, dando ragione ai Comuni».

A ricorrere contro 2 I Rete gas, infatti, Nerviano non è stata sola. Anche San Giorgio su Legnano, Inveruno, Busto Garolfo, Marcallo, Bernate Ticino e Cuggiono avevano intrapreso le vie legali per lo stesso motivo. E per tutti loro si è raggiunto un lieto fine. Per Nerviano tutto nasce all'alba del 2013. Il 31 dicembre 2012 scade il contratto di concessione della rete gas tra Comune e 2 I. La società prosegue con il servizio, ma non si sente più in obbligo di versare i canoni annuali al Comune. L'allora amministrazione di centrosinistra guidata da Enrico Cozzi, dunque, decide di chiedere quanto gli spetta. Inizia una battaglia sul fronte legale e politico, che ha coinvolto anche il Parlamento con un emendamento alla Finanziaria e la Giunta regionale lombarda.

«Voglio ringraziare i legali che ci hanno seguito in questa battaglia, i Comuni vicini e i parlamentari al governo per questo lavoro di squadra - afferma l'ex primo cittadino Enrico Cozzi -. E' stato un lavoro estremamente complicato e il lavoro di squadra è stato davvero eccezionale. La contentezza è per i cittadini di Nerviano che, finalmente, si vedono riconosciuto un diritto».

Ora, Nerviano, rimane in attesa della sentenza che deciderà riguardo al canone del 2013, prevista per fine febbraio -inizio marzo. In questo caso si parla di circa 800mila euro. Visto il favore della decisione del Tribunale di Milano, inoltre, il Comune, come anticipa l'attuale sindaco Massimo Cozzi, farà istanza per il pagamento delle annualità relative al 2016 e al 2017.

(Chiara Lazzati)