Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il sindaco Cozzi presenta il 2018 di Nerviano

Il 2017 ormai è stato messo in soffitta. A pochi giorni dall'inizio del nuovo anno il sindaco di Nerviano Massimo Cozzi tira le somme di quanto l'amministrazione comunale targata Lega Nord, GIN e Con Nerviano è riuscita a fare nei 365 giorni passati, il primo anno intero al governo del Comune dopo la vittoria del giugno 2016, e lancia un occhio ai progetti futuri. E lo fa con una carrellata su interventi e intenzioni nei diversi aspetti della vita del Comune.

LAVORI PUBBLICI. «Dopo anni di immobilismo, nel 2017 abbiamo seminato e nel 2018 inizieremo a vedere i frutti». E' così che il sindaco Massimo Cozzi ha introdotto in conferenza stampa il tema lavori pubblici. Tra il "raccolto" di quest'anno: il completamento dell'area esterna della scuola di via dei Boschi (per uno stanziamento di 500mila euro), la sua inaugurazione ipotizzata per settembre, l'asfaltatura di strade e marciapiedi nel 2017 per un totale di 150mila che verrà riconfermata nel '18 con interventi da 140mila euro su Sant'Ilario, sul viale d'ingresso del cimitero di Nerviano e su via Martiri di Cefalonia, la conclusione dei lavori, che partiranno a gennaio, della pista ciclabile Betulle - Garbatola, l'inizio dei cantieri per la realizzazione della nuova piazza e dei nuovi tratti di ciclabili a Garbatola, interventi sulle scuole e sulle palestre di via Diaz e di via Roma per 300mila euro, la sistemazione degli orologi della Torre civica e l'avvio di uno studio di fattibilità per il recupero e la messa in sicurezza del simbolo di Nerviano. A tutto questo, ha ricordato Cozzi, va aggiunto il progetto di Città Metropolitano per la creazione della attesa rotonda sulla SP109.

PARTECIPAZIONE. Il 2017 è stato l'anno che ha visto l'introduzione della diretta streaming del consiglio comunale di Nerviano. La sua realizzazione è costata all'incirca 10mila euro. Ad ogni riunione del parlamento cittadino sono circa venti le persone che assistono alla seduta da casa. «Che siano poche o tante - commenta Cozzi -, sono comunque venti persone in più che seguono il consiglio comunale». Rivendicati dal primo cittadino, poi, il ritorno delle affissioni dei manifesti di annuncio del consiglio comunale per il paese, l'aumento dei numeri del giornalino comunale da uno a quattro all'anno e l'aver portato due commissioni consiliari chiave (quella sulla rotonda sulla SP109 e quella sulla nuova piazza) a Garbatola.

ILLUMINAZIONE. Come già anticipato in consiglio comunale, è intenzione dell'amministrazione riscattare i pali della luce da Enel Sole. Una volta concluso questo percorso il Comune indirà una gara per afidare a un altro privato la gestione della pubblica illuminazione. L'obiettivo è arrivare a avere luci led e più pali.

AREE VERDI E PARCHETTI. Anche nel 2018 andranno avanti gli interventi sul verde. «Dopo un inizio critico con lamentele dei cittadini che abbiamo fatto nostre, abbiamo cambiato l'appalto per la gestione del verde» ricorda Cozzi. Con il nuovo appalto si è intervenuti su piazza Quaranta, piazza Santo Stefano, viale Villoresi, piazza della Chiesa a Cantone e sull'aiuola di fronte all'ex monastero degli Olivetani. Il Comune è intervenuto sui parchi di via Roma e largo Piazzi. Il 2018 vedrà l'amministrazione proseguire su questa strada. Il focus si sposterà sui parchi delle frazioni e delle aree periferiche: Sant'Ilario, Cantone, parchetto delle case Aler e il nuovo parco di Garbatola. Interventi anche sulle aree verde di via Adamello e di via Tonale, sull'aiuola del cimitero di Sant'Ilario e lungo la ciclabile delle Betulle con nuove piantumazioni.

RIQUALIFICAZIONE DEL CENTRO STORICO E NO A NUOVI GROSSI CENTRI COMMERCIALI. Partita l'anno scorso, la variante parziale al Piano di Governo del Territorio di Nerviano è in dirittura d'arrivo. Sono già arrivate 250 osservazioni. A breve verrà affidato l'incarico. «E' un passo importante per far ripartire l'urbanistica del nostro territorio - commenta Cozzi -. Punti chiave sono la riqualificazione dei centri storici, in condizioni pietose, e il no più assoluto all'insediamento di nuovi grossi centri commerciali».

VIABILITA'. Le prime grosse novità si vedranno già a breve. Dal 15 gennaio via Roma e via Grandi diventeranno a  senso unico. Stesso destino toccherà a via dei Boschi (cambierà la direzione del senso unico) e via di Vittorio, oltre a via San Francesco a Garbatola. In fase di valutazione l'intervento su via Meda - via 24 maggio in zona Colorina, soprattutto per evitare situazioni di disagio in giorno di mercato. Rimane per il 2019 la riqualifica di viale Villoresi, che rimarrà comunque a doppio senso.

SICUREZZA. Gennaio porterà a Nerviano quattro nuovi impianti di videosorveglianza, che verranno posizionati in zona Aler, piazza della Chiesa a Cantone e cimitero di Nerviano. Già arrivata, invece, la trap cam per catturare sul fatto i "pattumeros" che trasformano le aree verdi in discariche a cielo aperto. Nel 2018 proseguirà la convenzione tra le Polizie Locali di Nerviano e Parabiago. Questo, oltre a più controlli sul territorio, permetterà anche la presenza di pattuglie serali congiunte. Sul fronte Carabinieri, invece, il sindaco ha ricordato i lavori per risolvere i problemi di infiltrazioni della caserma e ha sottolineato come sia stato chiesto un nuovo intervento al Ministero delle infrastrutture per risolvere il problema delle incrostature interne.

SOCIALE - SCUOLA. Il sindaco garantisce l'impegno della sua squadra a presentare tutti i documenti chiave per il miglior funzionamento di uffici e servizi nei tempi più utili, senza ritardi. Un esempio: portare il piano di diritto allo studio in approvazione a luglio. Rivendicata anche l'adesione, dopo mesi di scontri in consiglio comunale, alla misura regionale Nidi gratis.

FUNGO. Il fungo è all'asta. La società proprietaria è fallita ed è stato nominato un custode giudiziario. A fine dicembre il Comune ha effettuato un'ingiunzione di pagamento per 306mila euro. Il sindaco Massimo Cozzi garantisce un'attenzione alta sul piano della sicurezza: «sappiamo che all'interno del Fungo vivono delle persone. Purtoppo le forze dell'ordine non possono intervenire senza una denuncia dei proprietari perchè si tratta di un'area privata. La situazione non è risolta, ma l'attenzione è massima».

NMS. Nerviano Medical Sciences deve al Comune all'incirca 700mila euro. Una volta che la nuova proprietà si sarà insediata, l'amministrazione ha intenzione di stendere un piano di rientro. «Assolutamente da tutelare - aggiunge Cozzi - i posti di lavoro».

QUESTIONE GAS. Si sperava in una risposta definitiva entro fine dicembre 2017 e invece tutto è scalato a fine febbraio - inizio marzo. Non è stato ancora messo il punto sulla vicenda che potrebbe portare nelle casse del Comune di Nerviano oltre tre milioni di euro per canoni non versati.

(Chiara Lazzati)