Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rho, partita la Pedalata Longa per i diritti umani

  • CRONACA / RHO
  • sabato 09 settembre 2017
  • 215 Letture

La giornata non era delle più belle, prometteva pioggia, come in tante giornate del duro allenamento in vista della grande impresa di Vittorio Barbanotti: raggiungere in bicicletta Strasburgo partendo da Rho. Eppure alla fine un piccolo "buon viaggio" è arrivato anche dal cielo: niente acqua ma un timido sole. Così Rho ha salutato questa mattina, sabato 9, il coraggioso 64enne che pedalerà per i diritti umani, contro il femminicidio, contro il bullismo, contro le discriminazioni e contro il lavoro minorile.

Dopo mesi di preparazione il grande giorno è arrivato. L'adrenalina era tanta e non si nascondeva. «Stanotte ho fatto perfino fatica a dormire dalla tensione perchè volevo quasi partire subito» ci confessa il ciclista. Ma tanti erano anche gli amici che sono passati a salutare Barbanotti prima della sua partenza per la Pedalata Longa per i diritti umani. Lo scopo dell'impresa è quello di sensibilizzare cittadini e istituzioni riguardo il tema dei diritti umani e chiedere all'Europa l'introduzione del loro insegnamento nelle scuole, perchè come dice Vittorio: «se si rispettano gli altri, si rispetta se stessi»

Alla partenza da Rho erano presenti, oltre al comitato organizzatore, al circolo Arci Adua, a Medici senza frontiere, al club filatelico rhodense e a una delegazione del Movimento 5 Stelle rhodense, anche gli assessori Valentina Giro e Gianluigi Forloni. L'assessore alla cultura ha consegnato a Vittorio un gagliardetto della città e una lettera firmata dal sindaco Pietro Romano sul tema dei diritti umani, da consegnare a Strasburgo. Dopo i saluti, tutti in sella. I soci di Fiab Rho, incluso l'assessore Giro, hanno accompagnato il 64enne nella prima parte del suo lungo viaggio. 

Sostenere Vittorio Barbanotti nella sua impresa è ancora possibile. Per scoprire come aiutare o come donare, clicca qui.

(Chiara Lazzati)