Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Pogliano, movida a orario ridotto ma senza problemi

Si è chiuso senza particolari problemi il primo fine settimana del "tutti a letto presto" ordinato dal comune di Pogliano Milanese: nell'ultimo week end, infatti, era in vigore l'ordinanza che obbliga i locali a chiudere i battenti all'una del mattino. "Tutto è filato liscio e non abbiamo ricevuto alcun tipo di protesta - spiegava ancora questa mattina il comandante della  Polizia locale di Pogliano Milanese, Carmine Capri -. È però ancora presto per fare qualasiasi tipo di bilancio esaustivo: le presenze in zona in questa terza settimana di luglio sono già calate e serve un periodo più esteso per poter fare un ragionamento compiuto sull'efficacia dell'ordinanza".

All'ordinanza si è arrivati dopo aver valutato che, come si legge nel testo dello stesso documento, che "vengono segnalati, con sempre maggior frequenza, situazioni di disturbo, che minano la tranquillita dei residenti e ne rendono difficoltoso il riposo, dovute, in particolare, ad assembramenti nelle ore notturne di gruppi di ragazzi e di adulti che si ritrovano nel centro urbani, i quali consumano alimenti e bevande sul suolo comunale e creano disturbo con chiacchiericcio, urla e schiamazzi e conseguenti difficoltà legate alla libera fruizione degli spazi pubblici, anche disseminando rifiuti con pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana; o casi di abbandono di rifiuti di vario genere tra cui, in particolare, bottiglie, bicchieri e cocci di vetro, lattine e bottiglie e bicchieri di plastica, abbandonati nel centro".

L'ordinanza riguarda la zona che ricomprende via Beato Paleari, via Roma sino all'intersezione con via Mnonterosa, piazza Avis-Aido, viale don Giulio Magni, piazza Tarantelli, via Piave, via Filzi, via Battisti sino a via Sauro, via Marconi, via Dante, via Chiesa, parco Perlini, piazza Repubblica, via Garibaldi sino a via Sauro e ordina questi provvedimenti:

CHIUSURA DI TUTTI GLI ESERCIZI ALL'UNA DEL MATTINO (tutti gli esercizi pubblici, esercizi di vicinato anche mediante distributori automatici, attività artigianali per la preparazione e vendita volta al consumo immediato di alimentari)

DIVIETO DI VENDITA DI BEVANDE IN BOTTIGLIE/CONTENITORI IN VETRO E LATTINE: Dalle 22 alle 06 è vietata la vendita per asporto di bevande contenute in lattine, bottiglie e/o contenitori in vetro da parte di titolari/gestori di attivita commerciali in sede fissa, distributori automatici, laboratori artigianali con vendita di generi alimentari di produzione propria, pubblici esercizi, circoli privati con somministrazione alimenti e bevande ed operatori del commercio di alimentari su aree pubbliche se ivi autorizzate;

DIVIETO DI CONSUMO SU AREA ESTERNA AL LOCALE Dalle 22 alle 6 è fatto divieto ai titolari delle attività summenzionate di permettere il consumo immediate all' esterno dei locale su area pubblica di bevande alcoliche in qualsiasi modo vendute o somministrate

DIVIETO DI CONSUMO E DETENZIONE BEVANDE ALCOLICHE SU SUOLO PUBBLICO Dalle 22 alle 06 è vietato consumare e/o detenere per il consume immediato in luogo bevande alcoliche di qualsiasi gradazione indipendentemente dal tipo di contenitore utilizzato su area pubblica, sia su strada che in parchi o aree verdi

DIVIETO DI ABBANDONO DI RIFIUTI  È vietato abbandonare lattine, bottiglie e bicchieri di qualsiasi materiale e/o contenitori di qualsiasi genere al di fuori dei contenitori per la raccolta rifiuti

DIVIETO DI RUMORI MOLESTI  Anche nel caso in cui il fatto non costituisca reato ai sensi dell'art 659 CP, è vietato fare schiamazzi, cori, l'utilizzo di fonti sonore musicali ad alto volume e qualsiasi altro comportamento che possa nuocere al riposo delle persone.

I divieti dell'ordinanza sono sospesi in occasione di manifestazioni autorizzate per la sola durata temporale delle manifestazioni medesime; alle superfici di somministrazione regolarmente autorizzate; L'ordinanza restarà in vigore fino aile 24 del prossimo 11 settembre.