Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Sciopero, anche a Rho le donne hanno incrociato le braccia

  • RHO
  • giovedì 09 marzo 2017
  • 255 Letture

Si sono unite e insieme hanno scioperato. Anche a Rho le donne hanno incrociato le braccia per richiamare l'attenzione sui loro diritti, troppo spesso calpestati. E lo hanno fatto senza stare con le mani in mano. Il tutto nella giornata a loro dedicata, l'8 marzo, che per l'occasione è stata ribattezzata "Lotto marzo".

La ventina di aderenti allo sciopero si è rimboccata le maniche e ha portato avanti nell'intero arco della giornata una serie di iniziative a tema femminile. Prima tappa il volantinaggio e le interviste al consultorio familiare, poi l'incontro e le interviste con le donne migranti di Rho e infine la parata con flash mob alla stazione di Rho. Qui le donne hanno coinvolti i pendolari nella loro azione distribuendo mascherine da supereroine, simbolo della donna, prima di raggiungere la grande manifestazione di Milano.

«Sono soddisfatta che abbiamo portato avanti queste tre iniziative con l'impegno di tutte - ci racconta Paola Cassani, responsabile dello spazio donna dell'Arci Adua di Rho e organizzatrice dello sciopero rhodense insieme all'associazione Oltre lo specchio e Sos Fornace -. E' stata la nostra prima uscita sul territorio. Siamo solo all'inizio. Certamente abbiamo bisogno di nuove donne che abbiano voglia si impegnarsi in prossime iniziative con noi e di certo cercheremo di fare nuove reti con altre realtà del territorio».

(Chiara Lazzati)