Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Un bollatese inventa l'app anti divieto di sosta

Una nuova applicazione, già scaricata da 1.600 persone, che aiuterà gli automobilisti a non essere sanzionati per aver parcheggiato in un'area in cui era vietata la sosta. A realizzarla un bollatese, Alessandro Pignataro, sviluppatore di siti internet, impegnato in alcuni progetti legati alla grafica e già autore dell'app "APParire a Bollate" del 2015, che puntava a dare maggiore visibilità ai commercianti bollatesi durante il periodo di Expo.

"Ho creato Ghenga dopo aver preso una multa per divieto di sosta a Milano. Il mio scopo, naturalmente, non è quello di andare contro la legge ma, più semplicemente, quello di aiutare gli altri automobilisti a non prendere multe grazie all'interazione tra i vari utenti" spiega il bollatese. L'app, completamente gratuita, è compatibile sia per i dispositivi dotati del sistema operativo Android sia per quelli che utilizzano Ios. Ghenga sarà utilizzabile con alcuni semplici click, senza alcun tipo di registrazione. Semplice il suo utilizzo. L'app, rilevando la posizione dell'automobile, indicherà i giorni dello svolgimento del mercato su quell'area, quelli nei quali viene effettuato il lavaggio della strada e la presenza di passi carrai. Gli utenti, che si potranno aiutare a vicenda, arricchiranno poi l'app di nuovi contenuti. Alcuni di essi stanno già per essere introdotti.

Fondamentale, infatti, sarà l'interazione tra gli utenti: "Chi utilizzerà Ghenga, grazie a un semplice messaggio, potrà segnalare qualsiasi cosa agli altri automobilisti. La chat rimarrà attiva per trenta minuti e tutte le segnalazioni saranno verificate, per evitare scherzi o la diffusione di notizie infondate. L'obiettivo futuro è quello di permettere agli utenti anche di segnalare situazioni di pericolo nei pressi dell'area prescelta per la sosta della propria autovettura. Ghenga, semplicemente, è un servizio offerto ai cittadini, non una mancanza di rispetto verso il lavoro svolto dalle forze dell'ordine" conclude Pignataro.

Ghenga, come tutte le app, è in continua evoluzione. Chi volesse aggiungere alcune notizie sulla propria città, come per esempio i giorni nei quali si svolge la pulizia delle strade in un determinato quartiere, può inviare una mail all'indirizzo info@ghenga.com o, eventualmente, aggiungerle direttamente nell'applicazione.

 

(Stefano Dattesi)