Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Passirana e Terrazzano: grande solidarietà

  • giovedì 12 gennaio 2017
  • 329 Letture

Le frazioni di Passirana e Terrazzano, unite da diverso tempo in una sola comunità pastorale, si confermano sempre molto generose. Hanno infatti riscosso un ottimo successo le ultime iniziative dedicate alla solidarietà organizzate dalle due parrocchie.

Le prime notizie riguardano Passirana. La parrocchia ha infatti comunicato che la vendita delle "lasagne di Sant'Ambrogio" ha permesso di raccogliere 320 euro. La vendita delle stelle di Natale e dei ciclamini, invece, ha portato a un incasso di 475 euro. La somma totale di 795 euro verrà utilizzata per finanziare alcune necessità economiche della parrocchia. 150 euro, invece, sono stati raccolti durante l'iniziativa "Avvento di carità", finalizzata al finanziamento di alcuni progetti di solidarietà. La parrocchia, inoltre, verserà altri 250 euro alla Caritas cittadina, raggiungendo così la somma di 400 euro.

Ottimi i risultati raggiunti dalla parrocchia di Terrazzano. I fedeli, attraverso le buste lasciate in chiesa, hanno versato alla parrocchia 740 euro. A essi si aggiungono i 480 euro raccolti grazie alla vendita delle torte, gli 80 euro derivanti dalla vendita dei prodotti del commercio equo e solidale e i 300 euro raccolti grazie al Gruppo Lavori Artigianali. Il totale ammonta quindi a 1.600 euro. 600 di essi verranno devoluti alla Caritas cittadina mentre i restanti mille verranno destinati alla missione curata da don Dino Miotto in Lesotho. Il salesiano, qualche tempo fa, ha infatti creato una pastorale giovanile nel paese africano.

La comunità pastorale, nel frattempo, si sta preparando a un tradizionale appuntamento. Stiamo parlando del falò di Sant'Antonio che si terrà alle 18.30 di martedì 17 gennaio all'oratorio di Passirana. All'iniziativa possono partecipare, liberamente, tutti i cittadini.

(Stefano Dattesi)