Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Un 2016 da incorniciare per la Polizia locale

  • COMUNE / RHO
  • mercoledì 11 gennaio 2017
  • 576 Letture

Il 2016 si è appena concluso e per l'amministrazione comunale e per il comandante della Polizia locale Antonino Frisone è giunto il momento di tracciare un bilancio delle attività svolte al servizio dei cittadini. Le statistiche che proponiamo dimostrano un lavoro costante dei ghisa rhodensi, arricchito dalle tante e concrete risposte date all'utenza in termini d'intervento, sopratutto viabilistico, e della sicurezza stradale.

FRONT OFFICE Oltre 10mila i cittadini ricevuti al Comando di corso Europa per le più svariate necessità. 4mila utenti hanno richiesto informazioni o delucidazioni sul pagamento e sui ricorsi o sulle sanzioni riguardanti il Codice della strada. 2.600 i cittadini che hanno richiesto la consegna di alcuni moduli, come quelli per la ztl, per gli invalidi, per i passi carrai o per le occupazioni. 1.685 i rhodensi e non che si sono recati al Comando di corso Europa per l'accesso diretto agli uffici. 700, infine, i verbali di presa visione del Codice della strada inoltrati agli uffici o agli organi di Polizia accertatori fuori sede.

CENTRALE OPERATIVA Nel corso del 2016 sono stati registrati 21.288 contatti. Gli interventi operativi effettuati sul territorio, con le pattuglie e il personale di Polizia locale, sono invece stati ben 2.545.

SICUREZZA E INFORTUNISTICA STRADALE Gli agenti della Polizia locale rhodense, nel 2016, hanno accertato oltre 21mila infrazioni al Codice della strada. Ben 7.200 riguardavano il divieto di sosta. Il corrispettivo è di 2 milioni di euro. Le infrazioni più gravi riguardano i 119 veicoli fermati senza copertura assicurativa, le 251 automobili non dotate della revisione, i 24 conducenti scoperti alla guida senza patente e i 1.083 che non hanno rispettato il semaforo rosso. Sono stati emessi ruoli contravvenzionali per pendenze e omessi pagamenti degli anni precedenti per un milione e 800mila euro. 1.359, infine, i fermi che sono stati iscritti alla Motorizzazione civile. I ghisa rhodensi inoltre, lo scorso anno, hanno rilevato 261 incidenti con 151 feriti. 113 i sequestri iscritti al registro informatico dei veicoli sequestrati. 20, invece, i fermi amministrativi.

POLIZIA GIUDIZIARIA E CONTROLLO DEL TERRITORIO Nel 2016 sono state denunciate 80 persone in stato di libertà. Una decina quelle tratte in arresto per reati per lo più riguardanti lo spaccio di sostanze stupefacenti. Sequestrato oltre un kilogrammo di sostanze stupefacenti pesanti tra cocaina ed eroina. Tra le operazioni di maggior rilievo condotte dalla Polizia locale di Rho spiccano sicuramente le attività di prevenzione e repressione delle truffe. A maggio venne messa in campo l'operazione che riguardava la clonazione di carte d'identità online per l'affitto di case vacanze. A novembre, invece, venne fermata la truffatrice seriale che aveva colpito diversi negozi della città. Sempre attive anche le conferenze svolte nei centri di aggregazione per anziani incentrate sulle truffe ai loro danni. I ghisa rhodensi inoltre, collaborando con la Polizia di Stato, nel mese di marzo, hanno arrestato un trafficante di cocaina, colto in flagrante con oltre mezzo kilogrammo di droga, e messo le manette a un cittadino straniero che aveva accoltellato alla gola un uomo durante il tradizionale mercato del lunedì. Da ricordare anche la chiusura, con sequestro, di una sala giochi abusiva che aveva sede online a Malta. Analoga sorte anche per le due case di appuntamenti e prostituzione online e la confisca da parte dell'autorità giudiziaria di una terza abitazione, già posta sotto sequestro nel 2015.

POLIZIA AMMINISTRATIVA, COMMERCIALE E ANNONARIA In questa categoria spiccano i 1.200 kilogrammi di prodotti freschi sequestrati e, successivamente, devoluti in beneficenza. Gli altri dati riguardano i 262 nulla osta o autorizzazioni rilasciati per cortei, gare ciclistiche e occupazioni di suolo in genere, le 33 ordinanze per manifestazioni varie, le 202 ordinanze per trattamenti o accertamenti sanitari obbligatori e le relative cessazioni, le 6 commissioni comunali di vigilanza, i 35 pareri richiesti dallo Sportello unico attività produttive sui tavolini e i 28 controlli su strutture ricettive, pubblici esercizi, attività commerciali ed emissioni sonore. A tutto ciò si aggiungono i 310 controlli ai mercati centrali e rionali effettuati, i 25 verbali di sequestro e rinvenimento della merce, i 45 verbali di contestazione per violazioni varie, i 25 tavoli tecnici e conferenze di servizi, i 4 controlli dei sacchettini dei cani, le 5 vidimazioni dei registri, le 6 verifiche ed esecuzioni di sanzioni di altri enti e le 10 pratiche che hanno riguardato l'assolvimento dell'obbligo di frequenza scolastica.  

POLIZIA EDILIZIA E AMBIENTALE Nel corso del 2016 sono state svolte 238 verifiche congiunte con altri uffici che hanno permesso ai ghisa rhodensi di riscontrare 42 violazioni amministrative che si aggiungono ai 132 fascicoli di indagine aperti nei settori riguardanti l'ecologia e l'edilizia. 20 le comunicazioni di reato inviate all'autorità giudiziaria che si uniscono alle 50 pratiche amministrative per il rilascio di autorizzazioni e alle 10 deleghe di indagine specifica.

PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE Il progetto "Mi muoveRho sicuro" è stato riproposto nelle scule dell'infanzia "Pascoli" di via San Martino, "Don Milani" di via Moro, "San Giovanni Battista" di via Diaz e nella scuola primaria di via De Amicis. Gli agenti della Polizia locale rhodense hanno tenuto lezione in 14 classi coinvolgendo oltre duecento bambini. Il percorso di educazione stradale si è poi concluso, nello scorso mese di giugno, con l'uscita didattica nel parco di via Goglio. Lo scorso anno scolastico ha inoltre visto la nascita di un nuovo progetto rivolto ai ragazzi che frequentavano la prima media, per un totale di 4 classi e 86 alunni. I ghisa rhodensi, inoltre, hanno tenuto una lezione di educazione stradale anche a 39 alunni di una quarta elementare di Renate, prima all'interno del comando di corso Europa, poi, per la prova pratica, nel parco didattico di via Goglio.

SECURITY POINT Il presidio di quartiere ha garantito la presenza continua e puntuale nelle frazioni della città attraverso i servizi fissi ai punti di sicurezza di Passirana e Lucernate e del quartiere Stellanda. Il presidio è stato svolto con servizi di pattugliamento e prossimità e ha visto anche l'attività di informazione e prevenzione di tutela delle fasce deboli, grazie al programma anti truffa. Oltre 500 le pratiche aperte per notifiche, deleghe di indagine e accertamento per altre forze dell'ordine, Procure o altri enti.

UFFICIO LAVORI STRADALI E PERMESSI La Polizia locale rhodense ha svolto 15 sopralluoghi per regolarizzazioni o autorizzazioni di passi carrai con relativo parere viabilistico, firmato 165 ordinanze temporanee relative a lavori stradali o chiusure ed effettuato 105 sopralluoghi per verificare alcune segnalazioni con i dipendenti degli uffici Viabilità e Lavori stradali. Concessi 92 pass per soste in deroga, 53 pass per autocarri e 394 pass per gli invalidi. I ghisa rhodensi hanno anche effettuato 14 sopralluoghi per verificare gli stalli degli invalidi e riscosso 404 tasse di occupazione di spazi e aree pubbliche.

SINDACO E ASSESSORE "Queste statistiche dimostrano che molte sono le attività che quotidianamente vengono svolte dalla Polizia locale. Voglio quindi ringraziare il comandante Frisone e tutto il Comando per l’impegno e i molti risultati raggiunti, e non solo per la sicurezza della nostra città. In questi anni si è consolidata la collaborazione con tutte le forze dell’ordine per assicurare un puntuale controllo del territorio rhodense e di certo non mancheranno nuovi progetti e nuove sfide" commenta il sindaco Pietro Romano. Parole di elogio anche dall'assessore Maria Rita Vergani: "Riteniamo molto importante l’attività di prevenzione che la Polizia locale svolge costantemente, sia con i progetti per l’educazione stradale, rivolti ai bambini, che con i progetti di informazione sulle truffe, rivolti ai soggetti più deboli. Dai dati forniti e che fanno il punto dell’attività dello scorso anno, possiamo dire che l’attenzione sul territorio è quotidiana e sempre alta, ma sappiamo che non è mai abbastanza e per questo, presto saranno messi in campo nuovi progetti, anche rivolti in modo specifico ai cittadini e alla loro sicurezza".

 

(Stefano Dattesi)